Le  terre rinforzate armate sono opere a basso impatto ambientale.

Esempio di terre rinforzate armate rinverdite

Terra rinforzata armata realizzata a Pescara nel 2010


Le terre rinforzate armate sono opere di tipo strutturale ed hanno la caratteristica di essere messe subito in esercizio.

Tesi di laurea hanno dimostrato il risparmio economico che si può realizzare nei confronti di opere di sostegno tradizionali in cemento armato.

Le terre rinforzate nella loro “versione base” sono opere a facciata rinverdibile possono risolvere problemi di inserimento in quei contesti ambientali soggetti a tutela o protezione.

Il decreto ministeriale del 18 Gennaio 2008 definisce in maniera incontrovertibile le terre armate come opere di sostegno. Le terre rinforzate pertanto sono realizzazioni tutte soggette a progettazione.

Con le terre rinforzate possiamo realizzare rilevati in terra con angoli prossimi alla verticale (70-75° sull’orizzontale), questo a motivo dell’inserimento in esse di materiale strutturale: le geogriglie di rinforzo.

Con le terre rinforzate è possibile realizzare opere a struttura complesse: tratti curvilinei anche stretti,  gradini,  gradoni, forme ad anfiteatro.

I cantieri di realizzazione di terre rinforzate producono pochissimi scarti di lavorazione e i rifiuti prodotti sono di tipo non pericoloso.